Nell’ambito del Piano giovani, finanziato dalla Regione del Veneto, la Biblioteca Civica Vez e la Rete Biblioteche Venezia, con la compagnia teatrale Farmacia Zooè e la collaborazione de Il Carro – Teatro per l'inclusione e la prevenzione del disagio, hanno coinvolto quattordici classi delle scuole secondarie di secondo grado di Mestre e di Venezia in un percorso di laboratori creativi sul tema del tatuaggio dal titolo "Sulla mia pelle".

Quasi trecento ragazzi hanno compiuto un viaggio esperienziale alla scoperta di sé attraverso il linguaggio del teatro, invitati a una riflessione culturale, antropologica ed emotiva, sul valore del corpo, sulla sua forza e delicatezza come sede di memorie ed emozioni, sulla sua capacità espressiva naturale e sul suo linguaggio concreto e sincero, a cominciare dal linguaggio e dall'espressione della pelle, sull'importanza e sulla profondità dei simboli, su limiti e possibilità tra il pensare e l’agire, sui rischi e sul valore delle cose indelebili, come i tatuaggi.

Il percorso si coronerà con due incontri con lo scrittore Nicolai Lilin, autore di "Educazione siberiana" e di "Storie sulla pelle".

“...Un tatuaggio non è semplicemente un disegno.
Vedi, un tatuatore è come un confessore.
Lui scrive la storia di un uomo sul suo corpo...”
Nicolai Lilin

Mercoledì 18 marzo due appuntamenti con l'autore:

al mattino un incontro riservato agli studenti
presso l'Auditorium del Centro Culturale Candiani,
dove gli studenti intervisteranno Nicolai Lilin coordinati da Marco Duse della compagnia teatrale Farmacia Zooè.

alle ore 18 un incontro gratuito e aperto alla cittadinanza
fino ad esaurimento posti
presso la Biblioteca VEZ (entrata di Via Querini)
durante il quale Marco Duse incontrerà lo scrittore Nicolai Lilin.