ATTENZIONE
Ci dispiace comunicare che lo spettacolo "Storia di due metà" previsto per venerdì 2 Marzo è ANNULLATO a causa di un'indisposizione di uno dei due attori.
Sperando di poterlo recuperare durante la prossima stagione auguriamo all'attore una pronta guarigione.
Spazio Farma

Spazio Farma Venerdì 2 Marzo ospiterà   “Storia di due metà”, lo spettacolo liberamente tratto da “Il visconte dimezzato” di Italo Calvino

con Christian Bertaggia e Roberta Bianchini
maschere e scene di Roberta Bianchini
regia di Marco Caldiron

 

Se potessimo essere divisi in due parti, spezzati esattamente a metà, e se una metà trattenesse solo il nostro lato malvagio e l'altra solo la parte gentile, quale sarebbe il risultato?
Siamo certi che la parte buona sarebbe realmente la migliore?
E la parte malvagia farebbe solo del male?Siamo tutti incompleti, tutti sentiamo che ci manca una parte,
tutti cerchiamo un completamento.
In un mondo martoriato dalla guerra si aggira uno strano visconte, dicono che sia solo la metà di un uomo e sembra sia incapace di fare altro se non cattiverie.

 

Lo spettacolo, tratto da “Il visconte dimezzato” di Italo Calvino, narra le vicende di Medardo di Terralba che, in una battaglia campale, viene colpito e diviso a metà da una palla di cannone. Dal grave incidente sembra essersi salvata solo la metà malvagia di Medardo, che, orrendamente sfigurato, torna a Terralba, dove si dimostra sadico e crudele, e instaura un regime di Terrore che opprime sia gli abitanti di Terralba che le figure più vicine a lui.
Ma la svolta arriva un giorno, quando comparirà nuovamente la parte destra del visconte, anch’essa sopravvissuta alla guerra e che, a differenza di quella sinistra del “Gramo”, è straordinariamente buona.

Il racconto di Calvino indaga sul tema del doppio, distanziandosi dalla semplice opposizione tra il bene e il male e indagando invece sul senso di incompletezza dell'uomo moderno. La struttura dello spettacolo riflette su queste tematiche, approfondendo con attenzione su come l'uomo sia il frutto di un impasto di esperienze positive e negative.

Il “dimidiamento” narrato, in cui solo la radicale malvagità o la radicale bontà sono presenti, non porterà quindi a un miglioramento o peggioramento per l'una o l'altra parte ma solo ad un'eterna incapacità di convivere con gli elementi che formano il nostro mondo. Anche la struttura dello spettacolo riflette questa divisione saltando, di volta in volta, da atmosfere cupe a momenti comici e leggeri.

I due attori, utilizzando un linguaggio sospeso tra la clownerie e la commedia dell'arte e con l'ausilio di maschere e macchine sceniche, interpreteranno tutti i personaggi in un roccambolesco gioco narrativo.

 

PER INFO BIGLIETTI E PRENOTAZIONI:
info@spaziofarma.com

Arrivo consigliato per le ore 20-20.30.
Ritiro dei biglietti prenotati entro le ore 20.40.

Spazio Farma, via Giuseppe Paganello, 8/5, 30172 Mestre VE