Provate a non respirare. Quanto potete resistere? 30 secondi, 1 minuto ... non molto di più.

Se provate invece a fare qualche respiro profondo, lento, potete sentite da subito una sensazione di benessere, apertura, pace ...

Basta questo piccolo esperimento a dirci quanto il respiro è importante: respirare è il primo dei bisogni umani e l’aria è la nostra principale fonte di energia, prima dell’acqua, del cibo, del sole.

 

Da sempre il respiro è utilizzato come pratica di benessere: dallo yoga fino alla Mindfulness, mettono al centro del lavoro su di sé e della possibilità di evoluzione proprio il respiro, il ritmo con cui riceviamo ciò di cui abbiamo bisogno e lasciamo andare quello che non ci serve più.

Ad ogni inspirazione portiamo dentro di noi l’ossigeno che alimenta la nostra vita fisica e contemporaneamente l’energia che traiamo dall’aria. Mentre quando espiriamo lasciamo andare anidride carbonica, insieme a tossine e tensioni fisiche ed emotive che accumuliamo durante le nostre giornate.

Il respiro è un’arte.

Breath è un allenamento al respiro che utilizza la pratica della consapevolezza e della connessione per imparare a respirare meglio. Sembra scontato e non lo è.

Respirare bene è arte di vivere.

Ha a che fare con l’equilibrio tra ricevere e lasciar andare, con il ritmo tra movimento e riposo, con il punto di incontro tra me e l’altro. Mentre respiriamo portiamo dentro di noi l’ossigeno che alimenta la vita fisica, l’energia che traiamo dall’aria e dall’ambiente che ci circonda. Al contempo, lasciamo andare anidride carbonica, tossine e tensioni, assieme ad un pò di noi, nell’ambiente che ci circonda.... se il respiro è contratto o lieve, superficiale o profondo... lo siamo anche noi. E portiamo quella qualità nel mondo.

E’ uno strumento che ci aiuta a prendere contatto con noi stessi e ad incontrare il mondo fuori.

Impariamo a respirare nel momento in cui nasciamo e lo facciamo per tutta la vita … spesso senza comprenderne il valore. Il modo in cui respiriamo influenza il nostro benessere fisico, dialoga con le nostre emozioni, sostiene i nostri pensieri, modifica la relazione con l’altro. Contemporaneamente. Imparare a conoscerlo e gestirlo può essere trasformativo.

A Spazio Farma lo facciamo con il Breathwork, una pratica di respiro consapevole che ci aiuta nell’ascolto di noi stessi e nello sviluppo personale. Si parte dal corpo per arrivare alla mente e alla dimensione interiore, in modo naturale, integrato.Semplicemente, respirare bene porta benessere fisico, centratura e chiarezza, equilibrio emotivo.

 

Perché dovremmo allenare il respiro? Perché imparare a fare qualcosa che sappiamo già fare?

Perché spesso lo consideriamo così naturale da darlo per scontato, così facile da dimenticare il suo valore. La gran parte di noi utilizza solo un settimo della sua capacità respiratoria, riducendo la possibilità di accesso al benessere attraverso l’utilizzo di uno strumento così semplice e potente, sempre a nostra disposizione.

Il respiro consapevole ci mette in contatto con noi stessi, ci insegna ad ascoltare sensazioni fisiche, emozioni e stati d’animo e i bisogni che li generano.

 

Il percorso proposto a Spazio Farma è dedicato in particolare a riconoscere e trasformare ansia e stress: reazioni del nostro sistema mente-corpo alle pressioni interne e esterne e alle situazioni di allerta, che possono diventare limitanti invece che essere vissute come sani campanelli d’allarme rispetto a situazioni di pericolo.

 

Il lavoro sul respiro o Breathwork è semplice e potente, perché coinvolge tutti i nostri sistemi vitali: corpo, mente e spirito.

Agisce sul piano fisico rivitalizzando il corpo attraverso l’ossigenazione di sangue e tessuti, favorisce l’eliminazione delle tossine e ci aiuta a rilasciare tensioni corporee ed emotive.

Allena la mente alla concentrazione, a portare attenzione al presente, favorendo lucidità e centratura, liberandoci dal logorio dei pensieri, fra le principali cause di ansia e stress.

L’ascolto di questo ritmo essenziale dell'esistenza amplifica la connessione con noi stessi e aumenta la nostra capacità di percepirci, di riconoscere i nostri bisogni e desideri, di risvegliare la nostra volontà, fino a raggiungere un buon equilibrio energetico e un senso di pace.

 

Date

10 novembre – 12 gennaio – 9 febbraio - 9 marzo - 6 aprile - 4 maggio

Dalle ore 19 alle ore 21.

 

Info

Adesioni entro il 9 novembre. Posti limitati, prenotazione obbligatoria.

Il percorso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

 

Costi di partecipazione

6 incontri, 180 €

 

Approfondimenti e prenotazioni

Sabrina Fantini, facilitatrice del respiro

- 347 2535513

-sabrina@frontiereprogetti.com

Francesca Tamai, counselor, esperta di tecniche di respiro, diplomata in Shiatsu e Riflessologia

- 338 2984190

segreteria.sviluppopersonale@gmail.com