Dove vanno a finire gli oggetti più quotidiani della nostra contemporaneità, quando non li usiamo più? Dove vanno a finire i ricordi, i segreti, le fotografie mai scaricate, le note vocali e gli appunti che freneticamente registriamo, per spesso dimenticarcene, dove vanno a finire? La memoria della nostra quotidianità, la memoria di noi – in epoca contemporanea – rimane o si disperde? Si muove o si congela? Siamo obsoleti, noi? Sono alcune delle domande che “Locomotive of the Past” vorrebbe sollecitare nel fruitore, rendendolo parte attiva del completamento del significato dell'opera d'arte.

Prodotta nel 2016 da Carola Minincleri Colussi, "Locomotive of the Past” è un’installazione che assembla e congela in un’argentea immagine che ricorda una locomotiva alcuni dei telefoni cellulari appartenuti all’artista nei quindici anni precedenti, ingenerando una riflessione sull’obsolescenza e sull’oblio. Per questa ragione è stata scelta tra le opere finaliste del concorso “Arte e disegn per la tutela ambientale”, a cura di Fondazione Pescara Abruzzo, opere che verranno esposte presso la sede della Fondazione. La mostra inaugurerà il 18 Gennaio 2019 alle ore 17,30 e rimarrà aperta fino al 30 marzo 2019.

 

LINK UTILI:
Fondazione Pescara Abruzzo